Sigaretta Elettronica e Gli Ohm: Come scegliere la Resistenza

Sigaretta Elettronica e Gli Ohm: Come scegliere la Resistenza
In questa guida salteremo tutti i concetti fisici teorici evitando di essere difficili, al contrario cercheremo di essere più chiari e semplici possibili per permettere a tutti di comprenderne i segreti e districarsi tra i vari valori ohm per sigaretta elettronica.Eviteremo volontariamente di parlare di formule e formulette.
Questo articolo serve dunque a fare chiarezza e a facilitare lo svapatore a scegliere la resistenza per la sigaretta elettronica solo in base al valore degli ohm che infatti, nella maggior parte dei casi, risulta come differenza primaria tra i vari prodotti come per esempio le resistenze Justfog q16 1.6 ohm e quelle 1.2 ohm e tante altre.

Scegliere la resistenza per sigaretta elettronica in base agli ohm

Molti ci chiedono sempre la solità domanda, ma quale resistenza per sigaretta elettronica è migliore? La versione con gli ohm alti o quella con ohm bassi?
Vediamo le differenze tecniche, cosa comportano, e la correlazione sulle performance.


Nell'immagine allegata sopra abbiamo tre fili resistivi (con lunghezza e materiale identici) in cui cambia soltanto lo spessore.Cosa notiamo subito?
Il filo fino - resistenza alta (2 ohm)
Il filo medio - resistenza media (1 ohm)
Il filo spesso - resistenza bassa (0.5 ohm)

Possiamo subito dedurre quindi che a parità di materiale e lunghezza del filo, a fili più spessi corrispondono a ohm bassi.Fin qui tutto semplice no? Bene, adesso applichiamo una corrente elettrica uguale per tutti a questi fili



Il rosso Rappresenta la quantità di corrente che scorre sul filo e che quindi genera calore.
Notiamo subito che il filo più fino si accende tutto, il filo medio si accende un po' ma rimangono parti nere, nel filo grosso rimane quasi tutto totalmente nero.
I nostri 10 watt indicati in figura sono bastati per accendere perfettamente la resistenza a 2 ohm, hanno invece riscaldato un po' la resistenza da 1 ohm, mentre hanno lasciato la resistenza da 0.5 ohm praticamente fredda.

Legge di Ohm sigaretta elettronica e L' Effetto Joule

Il fenomeno fisico che spiega questo comportamento viene chiamato effetto Joule, ma non ci soffermeremo sulla teoria che è strettamente correlato alla legge di ohm(per chi volesse può approfondire qui).
Andiamo sul pratico: la corrente deve essere immaginata come tante piccole palline (atomi) che si scontrano tra loro per passare nel filo resistivo.
Più il filo è fino, più difficoltà avranno gli atomi a scorrere e scontrandosi generanno calore.Più il filo è grosso,più facilità avranno a scorrere diminuendo la possibilità di scontrarsi tra di loro.A parità di materiale e calibrato tutto per il voltaggio (3.7v) e ampere standard (quello tipico di una sigaretta elettronica) una resistenza per sigaretta elettronica con ohm alti significherà una "resistenza piccola" che ha bisogno quindi di poca potenza per riscaldarsi, al contrario invece una resistenza con ohm bassi significherà "resistenza grande" , che ha bisogno di molta potenza per riscaldarsi.
Attenzione: questo concetto è valido solo per le sigarette elettroniche (che hanno un range di utilizzo volt e ampere standard), le cose variano anche di molto in base agli ambiti, i materiali e i volt utilizzati.

Ohm e Performance della sigaretta elettronica: Dimensione, capacità di mantenere il calore e superficie di contatto

Una resistenza con ohm alti abbiamo detto che ha bisogno di poca corrente per riscaldarsi, ma essendo più piccola, questo impatta su due fronti:
  1. La capacità di produrre, trasmettere e mantenere calore allo stoppino di cotone
  2. Diminuire la superficie di contatto con lo stoppino.
Il risultato generale è una produzione calore minore, quindi minore vapore potenziale,maggiore facilità di tenere a bada la temperatura.
La resistenza con ohm bassi invece avrà bisogno di maggiore corrente per riscaldarsi,avendo più materiale resistivo e questo si traduce in:
1.Maggiore capacità di produzione,trasmissione e mantenimento del calore
2.Aumento della superficie di contatto con lo stoppino di cotone.
Il risultato generale è ovviamente una maggiore produzione calore e quindi di vapore potenziale ma una maggiore difficoltà nel tenere a bada la temperatura.

La resistenza della sigaretta elettronica e la temperatura.

La resistenza per sigaretta elettronica viene raffreddata da uno stoppino di cotone imbevuto di liquido e dal passaggio di aria dovuto alla sospirata che hanno il compito di tenere a bada la temperatura massima.
La temperatura di esercizio della coil è fondamentale per il nostro fine ultimo di svapare, perchè questa incide fortemente sulla resa aromatica.La temperatura standard di una coil di una sigaretta elettronica varia da 140 c° ad un massimo di 210°c, oltre questa temperatura si produce un vapore sgradevole e a volte tossico che nel gergo dei vapers si dice "Steccare".
Possiamo dire in linea di massima che maggiore sara la temperatura di esercizio della coil minore sarà la resa aromatica  e viceversa.

Il caso delle resistenze Justfog, da 1.6 ohm o da 1.2 ohm come sceglierle?

Possiamo dire che a parità di materiale, tecnologia, forma e struttura, la differenza sostanziale tra le due resistenze è che quella da 1.6 ohm ha un filo più fino,ha bisogno di meno potenza per attivarsi, ha meno superficie di contatto con lo stoppino e che quindi lavora per forza di cose ad un regime più freddo.Produce verosimilmente meno calore quindi meno vapore potenziale ma tendenzialmente una maggiore resa aromatica.
La 1.2 ohm invece ha bisogno di più potenza, ha una maggiore superficie di contatto, con maggiore potenziale di sviluppare calore e vapore, e può lavorare ad un regime più caldo.Qualora decidessimo di lavorare ad una potenza più alta,questa si traduce in maggiore produzione di vapore e minore resa aromatica.
Ulteriori differenze tra le due resistenze:
La 1.6 ohm consumerà meno liquido e avrà un impatto minore sulla batteria.

Resistenza per sigaretta elettronica, ohm alti o bassi , quale è la migliore?

Nessuna delle due, la scelta deve ricadere in base alle tue esigenze, in linea di massima dobbiamo sapere che per quasi tutte le resistenze vige questa regola:
Le resistenze con Ohm Alti hanno generalmente queste caratteristiche:
- consumo liquido
- consumo batteria

+ resa aromatica
- Vapore
- Calore


Le resistenze con Ohm bassi hanno invece generalmente queste caratteristiche:
+ consumo liquido
+ consumo batteria
- resa aromatica

+ Vapore
+ Calore

Tecnologie Ottimizzate applicate alle resistenze per sigaretta elettronica: Le Resistenze a Mesh

Negli anni i produttori di sigarette elettronica hanno iniziato a produrre resistenze che a parità di potenza performano meglio nella produzione di vapore.
Questo è possibile perchè, grazie a forme particolari, riescono a distribuire maggiormente la produzione di calore del materiale resistivo allo stoppino di cotone imbevuto di liquido grazie all'aumento della superficie di contatto.Queste resistenze vengono chiamate impropriamente con il nome di Mesh (maglia metallica).Si tratta di corpi resistivi stampati appositamente in varie forme e trame per performare meglio della semplice coil a spirale.

Tiro Polmonare, Ohm Bassi e l'importanza del raffreddamento

Abbiamo scoperto che una resistenza bassa ha bisogno di maggiore potenza, se questa potenza gli viene data essa produce maggiore calore, e l'unico modo per dissipare il calore prodotto è incrementare la dimensione dello stoppino di cotone e raffreddarla con una portata maggiorata d'aria che avviene proprio con il tiro di polmone.
Provate a svapare a 50 watt con una resistenza per tiro polmonare con il tiro di guancia.
Non fatelo ovviamente, perchè il minore afflusso di aria non consentirà alla resistenza di raffreddarsi adeguatamente superando di gran lunga la temperatura massima di 210 gradi e producendo quindi un vapore fortemente sgradevole.

Tiro di guancia ohm mediamente più alti

Ovviamente non è detto, ma generalmente per il tiro di guancia è necessaria minore potenza, minore portata di aria e dunque una resistenza più piccola.
Non è comunque una regola fissa, infatti una resistenza da 0.5 ohm ad esempio può essere fatta sia per il tiro di guancia che per il tiro polmonare,dipende dalla forma (diametro e numero di spire) e da come è strutturato l'atomizzatore (campana portata drip etc),una cosa pero è certa, entrambe avranno bisogno della stessa potenza per sviluppare lo stesso calore.

Gli ohm in base al tipo di box o sigaretta elettronica.

Se svapiamo con una box elettronica, che ci permette di gestire i volt (e quindi i watt), possiamo stare super tranquilli che troveremo sempre un modo per configurare la resistenza correttamente.
Se invece usiamo una box meccanica, dove non abbiamo la possibilità di gestire i volt, dobbiamo purtroppo fare i conti con la legge di ohm.
Questo perchè non potendo modificare il voltaggio, unica cosa che possiamo modificare sono gli ohm da cui si calcola il wattaggio finale.
Ma come promesso,anche in questo caso non parleremo di formule ma vi rimandiamo ad un tools che può semplificarvi la vita:
https://www.steam-engine.org/ohm

Commenti
Nessun commento

Email Newsletter

Iscriviti gratuitamente e ottieni subito il 10% di sconto
Volari Sigaretta elettronica
  • C.so Piersanti Mattarella 69
  • 91100 - Trapani (TP) - Italia
  • +39 0923.556570
  • Seguici sui social
  • © Volari
  • di Orfeo Andrea & Orfeo Danilo S.N.C.
  • Piva 02433280811
  • Privacy
  • Cookie
Ecommerce by Daisuke